Il Festival, nella sua edizione 2015, si caratterizza di due aspetti che hanno un significato rilevante nella realtà di oggi all’interno del nostro Paese e della Comunità Europea: in primo luogo, l’arrivo del Festival in molte realtà italiane, in alcune grandi città e in luoghi di azione “solidale” e di grande valore “culturale” con il proposito di farsi portatore di un messaggio nel segno della legalità, della cultura e dell’integrazione; in secondo luogo, l’invito a partecipare diretto a giovani musicisti appartenenti  a diverse realtà formative, di diverse traiettorie musicali e ambienti socio- economici, elementi ancora di grande significato d’integrazione.

 

 

In questa edizione, inoltre, il Festival si inserirà all’interno dei concerti proposti per Expo2015 – oltre a concerti in altre importanti città italiane: Piacenza, Cremona, Trento e Verona -, grazie alla collaborazione della Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano che, insieme al Conservatorio di musica “F.A. Bonporti” di Trento e al Festival Internazionale dei Giovani, permetteranno la realizzazione di questo grande progetto pensato da e per i giovani.

Nella meravigliosa cornice del Duomo di Milano, verranno realizzati due concerti nelle terrazze del Duomo ed un concerto all’interno del Duomo stesso.

Oltre alla presenza di un numero ben rappresentativo di studenti del Conservatori di Trento e della partecipazione dei professori preparatori del medesimo, il Festival ha invitato studenti da alcuni paesi del mondo a integrare orchestra e coro: Colombia, USA, Austria, Francia, Spagna, Portogallo, Ungheria, Messico, Grecia, Turchia, Sud-Africa, Taiwan e Belgio.

Il coro sarà composto da cento (100) giovani e l’orchestra da novanta (90) giovani strumentisti; gli accompagnatori e membri dello staff saranno studenti del Conservatorio di Trento e volontari amici del Festival.

 

I professori preparatori, che guideranno la preparazione dei giovani strumentisti e coristi nelle prove a sezioni (6-12 luglio), saranno insegnanti del Conservatorio di Trento, istituzione particolarmente sensibile alla proposta d’integrazione e di trasformazione sociale attraverso la musica e di altre istituzioni partner del Conservatorio.

 

Il M° Juliàn Lombana, docente titolare della classe di esercitazione orchestrale e direttore delle orchestre del Conservatorio di Trento, è il responsabile della parte musicale ed artistica del progetto, affiancato dal M° Sergio Bernal, direttore dell’Orchestra dell’Università di Logan – USA- e dai maestri direttori di coro Cory Evans (Università di Logan – USA), María Beatriz de Calle (Coro La Escala- Colombia) e Vitor Lima (Viana Vocale – Portogallo).

 

L’alternanza di brani del repertorio universale sacro e profano (Gloria di J. Rutter, La Grande Pasqua russa di Rimskij- Korsakov, Litanies à Vierge Noire di Poulenc, Chichester Psalms di Bernstein, danze Polovetsiane di Borodin, Suite La Estancia di Ginastera, el Danzón N. 2 di A. Márquez, per citarne alcuni) avrà il compito di arrivare e coinvolgere un pubblico attento e sensibile alle proposte musicali dei giovani.

Partecipanti

Periodo: 05 – 25 luglio 2015

 

1- fase di studio, convivenza e integrazione (05  - 12 luglio)

 

a) la fase d’integrazione si realizzerà a Berceto (Parma) dove si svolgeranno le prove e le attività indirizzate a portare a termine gli obiettivi proposti, permettendo ai giovani coristi e strumentisti, ai loro professori ed accompagnatori  di preparare la produzione artistica;

 

b) durante questa prima fase i solisti, il coro e l’orchestra si prepareranno attraverso una serie di prove a sezioni, guidate dai professori preparatori del conservatorio di Trento e di altre realtà partecipanti;

 

c) in un secondo momento, l’intero gruppo inizierà il vero e proprio lavoro di preparazione all’interpretazione del repertorio, sotto la guida di esperti direttori riconosciuti nel mondo della direzione d’orchestra e del lavoro con i giovani, con l’appoggio dei professori preparatori;

 

d) si realizzeranno diverse attività indirizzate alla conoscenza ed integrazione del gruppo e delle diversità culturali di tutti i presenti.

 

2 - fase di produzione artistica (13 - 25 luglio)

 

a)  dopo la prima fase, l’orchestra e il coro verranno ospitati in diverse località del territorio, iniziando così il percorso nella forma del Festival musicale itinerante e arrivando  al maggior numero di persone del luogo e dei turisti in visita, in un approccio di grande solidarietà artistica ed umana;

 

b)  gli ultimi tre concerti verranno realizzati all’interno del programma proposto per Expo2015 (Interno e terrazze del Duomo di Milano) in collaborazione con la Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano.

Organizzazione

Berceto

Lunedì 13 luglio

ore 10.30

Duomo

 

Piacenza

Lunedì 13 luglio

ore 21.00

Piazza Cavalli

 

Cremona

Martedì 14 luglio

ore 21.00

Piazza del Comune

 

Trento

Mercoledì 15 luglio

ore 21.00

Cortile Conservatorio

“F.A. Bonporti”

 

Tione

Giovedì 16 luglio

ore 20.30

Chiesa Arcipretale

Calendario

Verona

Sabato 18 luglio

ore 21.00

Chiesa di S. Nicolò all’Arena

 

Milano

Lunedì 20 luglio

ore 21.00

Duomo

(EXPO2015)

 

Milano

Mercoledì 22 luglio

ore 21.30

Terrazze del Duomo

(EXPO2015)

 

Fiera

EXPO Milano

Venerdì 24 luglio

ore 20.00

Padiglione Veneranda

Fabbrica del Duomo di Milano

Mercoledì 22 luglio (ore 11.00, Istituto Leone XIII, Milano) è inoltre previsto un incontro aperto al pubblico con i partecipanti al Festival sul tema: "Il potere d'integrazione e trasformazione sociale della musica".

Trento - Italia